Anche il sindaco Piero Giunti, il presidente del consiglio comunale Giacomo Banchetti e l’assessore Adele Bartolini, hanno preso parte alla cena “Pro Calcit” che è stata organizzata martedì 28 giugno a Cascia di Reggello, nell’ambito della 47^ Sagra del Fungo Porcino. Oltre ai rappresentanti delle istituzioni, lo stand allestito di fronte alla pieve romanica di San Pietro a Cascia ha ospitato oltre cento persone che si sono messe in fila per assaggiare i gustosi piatti a base di funghi preparati da Silvana e dai suoi aiutanti.
La serata dedicata al Calcit Valdarno Fiorentino è stata presentata con la consueta verve da Salvatore Nocentini, che si è preso anche il compito di condurre le estrazioni dei numeri per la ricca lotteria interna che era stata organizzata a favore della Onlus di Figline; associazione che dal 2004 opera in aiuto dei pazienti oncologici e dei loro familiari, sia finanziando direttamente la retribuzione di personale medico che opera nel D.H. oncologico del Serristori, e sia provvedendo all’acquisto di apparecchiature specifiche per migliorare la qualità delle cure. E sono state davvero numerose, e anche generose, le aziende di Reggello che hanno donato i premi messi in palio per la lotteria interna allestita appositamente per far per far fronte alle esigenze finanziarie della associazione no profit di Figline. Tra queste aziende meritano una menzione particolare, anche per il valore degli oggetti offerti: la farmacia Milio, la Macelleria Ferrati, la Farmacia Insardà, il distributore carburanti Tamoil di Simone Ferrini, Acconciature Vanna, Frantoio Pasquini, La Magona di Angiolino e La Bottega della Salute di Jenny Marelli. All’iniziativa benefica hanno voluto partecipare anche alcuni privati, tra i quali: Romina Tognaccini, Romano Tognaccini e Anna Paggetti.
Il successo della serata benefica è dovuto soprattutto all’impegno degli organizzatori della Sagra del Fungo Porcino - e in particolare di Silvana Poggi - che hanno promosso l’iniziativa, e anche di Fernanda Tognaccini (referente del Calcit Valdarno Fiorentino per il territorio del comune di Reggello) la quale – con la collaborazione delle fedeli volontarie reggellesi - ha lavorato fin dai mesi scorsi per la perfetta riuscita dell’iniziativa. Alla cena per il Calcit era presente anche il presidente dell’associazione, Mario Bonaccini, che ha colto l’occasione non solo per ringraziare i partecipanti alla serata, ma anche per illustrare, per sommi capi, gli scopi e i nuovi progetti della onlus da lui presieduta, anticipando la donazione di un defibrillatore al Comune di Reggello in occasione della Festa della Solidarietà che si terrà a Reggello il prossimo 23 luglio.

 

 

VOLONTARIATO

Vuoi dare una mano?
Come si fa a diventare volontari del C.A.L.C.I.T. ?

DONAZIONI

Come si fa a donare al C.A.L.C.I.T. ?
Tutto sulle donazioni, dal versamento in contanti al 5perMille.

LA VOCE DEL CALCIT

Sfoglia il nostro periodico annuale.
Un riepilogo di attività, incontri, donazioni e tanti Ringraziamenti.